Op. Prison Break

OAuthException: Error validating access token: The session has been invalidated because the user changed their password or Facebook has changed the session for security reasons.

Prison

Documenti Missione:

  1. REGOLE GENERALI PRISON BREAK 
  2. Info Generali
  3. ORARIO
  4. Mappa
  5. Book Missione

~~~~~~~~~~

Video

 

 

~~~~~~~~~~

 

Debriefing:

Partenza prevista alle ore 14.00, ma a causa di forti ritardi sulla tabella di marcia, partiamo solo alle ore 17.00.

Il contesto e l’approccio al campo cambia sensibilmente con il calar della luce. Incontriamo parecchie difficoltà quindi nello svolgimento della missione, proprio in relazione alla scarsa visibilità.

Inoltre tutto il torneo è studiato per una squadra composta da 6 operatori: trovandoci noi in 4 ad affrontare difese degli obiettivi composte da 3 o più elementi, comunque non abbiamo quella potenza di fuoco ottimale. Nonostante ciò, riusciamo a concludere 5 dei 6 obiettivi previsti dal Book, con azioni in stealth, laddove previsto.

 

Armeria e Prigioni

T-Bag, interpretato per noi da Morrison dei T.D.L. si presenta come nostro complice che conduce un doppio gioco con il Boss. Ci porta nelle mani degli aguzzini, ci fa spogliare di tutte le armi e ci fa rinchiudere nelle carceri al livello inferiore, lasciandoci però un bigliettino contente le istruzioni per liberarci.

perquisa

prigione

Recuperiamo i due coltelli lasciati dal buon T-Bag e simuliamo un malore: la guardia accorre e la kill è piuttosto semplice. Rubiamo l’arma e risaliamo verso l’armeria. Altra kill in stealth.

knife

1 sniper office

Prese le armi decidiamo comunque di procedere con altre due uccisioni silenziose. Campo libero, si procede verso due tiri di precisione, eseguiti magistralmente.

sniper

1 sniper office 2

Discoteca

Procediamo verso il secondo obiettivo, la discoteca. Ottima interpretazione da parte di Foley, che riesce a corrompere la donna del boss, facendosi rilasciare alcune informazioni. Equipaggiatici nuovamente, entriamo di prepotenza e ripuliamo la zona: obiettivo conquistato con una sola perdita.

 disco

disco2

2 discoteca

Laboratorio

Ci avviciniamo così al laboratorio: Foley e Skeletor, interpretando due colleghi del dottor Whiteman con camice, badge e tanto di lettera di convocazione, fanno una rapida ricognizione. Nuovamente equipaggiati procediamo verso l’obiettivo: difesa uccisa.

lab1

Risolto il rebus per aprire la porta dove c’era il Whiteman, entriamo e procediamo con le operazioni per distruggere la droga: Zero, reduce dagli studi chimici, non incontra nessuna difficoltà.

lab2

Dimentichiamo però di rubare la formula, a causa dello stress dovuto ad elementi di disturbo, quali un saccente dottore che non finiva mai di parlare e soprattutto un mezzo pazzo nudo con solo una calza a coprire le zone “sensibili”.

dottore     

pazzo2  

 

In sintesi, anche questo obiettivo conquistato, ma senza un bonus.

Ferrovia

Procediamo così verso le ferrovie dove troviamo un carretto sulle rotaie. Nomak ci salta su e cominciamo a spingere avvicinandoci verso la difesa: fuoco a raffica in questo caso.

carrello

La difesa comincia ad andare giù solo quando Zero rimane senza alleati. Terminati i caricatori dell’AR, decide di  avvicinarsi col pompa ma non riesce a concludere l’obj, a dir suo, a causa di un colpo sul gomito dell’ultimo difensore, da quest’ultimo non dichiarato. Annotata la contestazione, si procede all’altro obiettivo.

pompa

Sala Poker (Papone)

Irrompiamo nella sala poker di Papone dopo aver fatto fuori le guardie. Quest’ultimo, visto un pochino altezzoso e poco collaborativo, viene messo giù ed ammanettato. Grazie alle info recuperate precedentemente da Foley, riusciamo a disattivare l’allarme ed esfiltriamo con Papone verso l’ultima tappa della giornata.

papone

papone

papone collutt

papone manette

Papone e T-Bag: L’inciucio

T-Bag e Papone insieme al nostro caposquadra, Foley, entrano nell’ultima stanza. Il sentore viene confermato: Papone e Morrison sono in combutta. Sparano due botte e scappano via, lasciandoci però un ricordino: una bomba a timer da dover disinnescare. Entriamo e facciamo fuori la difesa, con un’ottimo movimento da parte di Skeletor. Rimasto lui solo, procede, dopo l’eliminazione totale della difesa, a mettere fuori uso l’ordigno. Anche questo è andato.

Procediamo cosi’ all’esfiltrazione.

Conclusioni

Tirando le somme: splendida location nel cuore di Roma e torneo tutto sommato ben strutturato. Le noti dolenti sono state certamente gli orari ed i ritardi che ci hanno arrecato uno svantaggio rispetto alle squadre che hanno svolto l’evento prima di noi, vista la quasi assenza di luce in certi obiettivi. Inoltre ci saremmo aspettati una maggiore valorizzazione della simulazione e di ciò che avevamo preparato prima della gara (come i badge, lettera di convocazione, ecc.).

 

Album completo delle foto